Non si può mai attraversare l’oceano se non si ha il coraggio di perdere di vista la riva. Cristoforo Colombo

 

 

La Evo Business School nasce dall’idea di voler aiutare gli imprenditori che desiderano cambiare le cose all’interno della propria azienda, che vogliono crescere, formarsi e che, nonostante le difficoltà, credono in un futuro prospero, migliore.

 

 

IN COSA CONSISTE LA FORMAZIONE?

 

Per fare questo, il punto di partenza della formazione riguarda le quattro aree principali della vita:

  • Crescita personale;
  • Equilibrio tra coppia/famiglia e life management;
  • Crescita del business;
  • Miglioramento sociale.

 

Per questo motivo, durante la sessione di settembre 2021, accanto a Mario Benecchi, Emilia Motta e Alessandro Vella sono intervenuti gli ospiti Antonello di Giovanni, Marco Magliano e Cecilia Monari per parlare, rispettivamente, di come cogliere opportunità dai problemi che si presentano, del corretto approccio alla nutrizione finalizzato al benessere dell’imprenditore e dell’importanza della sostenibilità per le aziende.

 

 

CRESCITA PERSONALE: IL CORRETTO APPROCCIO ALLA NUTRIZIONE PER IL BENESSERE DELL’IMPRENDITORE

 

La prima area riguarda la crescita personale che fa riferimento all’importanza di assumere uno stile di vita sano ed equilibrato.

 

Prima di spendere energie per cercare di aumentare il fatturato della propria azienda, infatti, bisogna lavorare su sé stessi e sul proprio benessere psico-fisico.

 

Al riguardo, il dottor Marco Magliano (biologo nutrizionista, chinesiologo e osteopata d.o), ha parlato di prevenzione, nutrizione e diagnostica.

 

Quanto è importante, infatti, fare prevenzione, dormire bene, fare attività fisica, seguire un’alimentazione corretta?

 

Cosa fare per assumere uno stile di vita sano?

 

  • Evitare di fumare (il fumo è responsabile di tumori alla vescica e ai polmoni, di malattie cardiovascolari, infarti e ictus, ma al tempo stesso annulla gli effetti benefici dell’attività fisica e di una dieta ricca di frutta e verdura);
  • Dormire bene (un cattivo riposo genera stanchezza diurna, deficit di memoria, cadute, disturbi della vista e dell’umore);
  • Fare attività fisica (per mantenere il giusto peso, rinforzare ossa e muscoli, abbassare il colesterolo);
  • Alimentazione (tenendo conto che l’alimentazione giusta non esiste, ma che esiste una forma di alimentazione personalizzata, che non dimentica la fisiologia e che deve diventare uno stile di vita salubre).

 

Il primo punto è, insomma, partire dal proprio corpo.

 

 

CRESCITA DEL BUSINESS: DALLA TECNOLOGIA DELLE EMOZIONI E IL POTENZIALE UMANO AL MARKETING

 

La terza area della vita, su cui si è deciso di soffermarsi in questa sessione della Evo Business School, riguarda la crescita del business.

 

Come fare, allora, per aumentare il fatturato della propria azienda?

 

È fondamentale, prima di ogni cosa, lavorare sul singolo, sulla sua persona e sul suo potenziale.

 

 

 LA TECNOLOGIA DELLE EMOZIONI PER SCOVARE OPPORTUNITÁ DAI PROBLEMI

 

Un imprenditore deve riuscire a ricavare opportunità dai problemi che si presentano in azienda. Può sembrare facile a dirsi, ma verosimilmente, è possibile grazie alla tecnologia delle emozioni.

 Mario Benecchi (Ceo e Founder di Evo Imprese Group) ne ha parlato durante il suo intervento, sostenendo l’esistenza di un nesso tra le emozioni che si provano e le cose che accadono nella vita; e sono proprio i toni emotivi alti e positivi a trovare soluzioni ai problemi.

 

Ma come fare a sviluppare entusiasmo, carica ed energia?

  • Vivendo e lavorando in un ambiente positivo;
  • Facendo in modo che, in azienda, ogni uomo abbia degli obiettivi chiari, uno scopo;
  • Vivendo la vita che si desidera e non quella che desiderano gli altri;
  • Essendo in equilibrio psico-fisico;
  • Seguendo le proprie passioni;
  • Assumendo un atteggiamento di centralità.

 

Ed è così che la tecnologia delle emozioni fa muovere le persone: la competenza emotiva è proprio la capacità dell’individuo di trovare le soluzioni guidato dalle emozioni.

 

Più è alta, più l’individuo, nonostante il caos e la complessità, trova soluzioni. 

 

Sulla stessa scia, l’ospite Antonello Di Giovanni (Business Strategist), si è soffermato sulla capacità dell’imprenditore di cogliere le opportunità dai problemi che gli si presentano.

 

Ciascun individuo è, infatti, in grado di farlo - l’importante – dice - è iniziare imparando dagli errori fatti, che sono alla base dell’esperienza di ognuno.

 

Al tempo stesso, bisogna avere il coraggio di cambiare: cambiare diventa un modo per crescere, per diventare flessibili e curiosi.

 

Cambiare significa rimettersi sempre in gioco.

 

 

 IL POTENZIALE UMANO E LA SUA CONNESSIONE CON I RAPPORTI INTERPERSONALI

 

Alla base del business, inoltre, c’è anche il potenziale umano connesso ai rapporti interpersonali.

 

Di questo, ne ha ampiamento parlato Emilia Motta (COO e Founder di Evo Imprese Group): quel che è importante sapere e ricordare è che ognuno nasce con un potenziale altissimo, illimitato, smisurato.

 

E se non si può assolutamente pensare di non essere portati a fare qualcosa, anche se ci dovessero essere aspetti della propria personalità che non aiutano nei rapporti interpersonali (come la proattività, la comprensione o l’espansività) è possibile lavorare su di essi, allenandosi.

 

Questo significa che il potenziale di ognuno, se messo in moto e nutrito della benzina adeguata, la fiducia e l’apprezzamento, può portare davvero ciascuno a compiere le imprese più straordinarie.

 

 EVO MARKETING: INFOTAINEMENT E TREND A CUI PRESTARE ATTENZIONE

 

Ma accanto allo sblocco del potenziale e all’aspetto prettamente imprenditoriale, è stato dato spazio anche al Marketing.

 

Alessandro Vella (direttore Marketing di Evo Imprese Group) ha parlato di Infotainment, un mix tra information ed entertainment.

 

Oggi, infatti, la comunicazione di contenuto se non è abbinata all’intrattenimento non funziona più (INFOTAINEMENT), almeno in fase iniziale di conoscenza.

 

Quali sono, allora, i trend a cui prestare attenzione? 

 

Sicuramente Tik Tok, che è intrattenimento, ma è anche scoperta di nuovi argomenti e contenuti. Tik tok è, infatti, un content e un brand discovery, quindi è una piattaforma che consente di scoprire nuovi brand e nuovi contenuti.

 

Inoltre, guardando i dati, emerge che sul social ci sono 689 milioni di utenti attivi in tutto il mondo;  in Italia solo 5,4 milioni.

 

 E se invece si guarda alle fasce di età, il 27 % ha tra i 13 e i 17 anni, il 42% tra i 18 e i 24, il 16% tra i 25 e i 34, l’8% tra i 35 e i 44, mentre il 3% tra i 45 e i 54.

 

Ma ancora, se si pensa che la maggior parte degli utenti siano ragazzi, in realtà, negli ultimi tempi la fascia 25/35 è cresciuta del 2,58 %, quella over 35 del 201%.

 

Quindi sta diventando sempre più una piattaforma non per ragazzini.

 

Dunque, quali sono i vantaggi di utilizzare Tik Tok?

  • L’età media dei suoi utenti si sta alzando;
  • La comunicazione si sta spostando sempre più verso i video;
  • Permette di raccontare il proprio essere con autenticità;
  • Permette di scoprire brand e contenuti;
  • È sempre più business oriented;
  • In Italia è una pista ancora poco sfruttata dalle PMI.

 

Allora, cosa si può fare?

 

Ricordarsi che prima di fare comunicazione bisogna analizzare, capire e trovare una strategia efficace.

 

MIGLIORAMENTO SOCIALE: L’IMPORTANZA DELLA SOSTENIBILITÁ PER LE AZIENDE

 

La quarta area, infine, riguarda il miglioramento sociale.

 

Quanto facciamo (o possiamo fare) oggi per migliorare il mondo in cui viviamo?

 

Tra gli altri ospiti, la dottoressa Cecilia Monari ha rappresentato ZeroCO2, una società benefit che si occupa di sostenibilità a 360° attraverso progetti di riforestazione ad alto impatto sociale.

 

Soffermandosi su quanto sia importante oggi la sostenibilità per le aziende, dati alla mano, ha affermato che in Italia, CNP Partners ha svolto un’indagine tra le aziende che hanno investito in politiche aziendali nel 2017. Quel che è emerso è che il 32% di esse ha aumentato il fatturato, il 28% ha incrementato l’occupazione, mentre il 34% ha visto aumentare l’export.

 

Tra l’altro, 2 consumatori mondiali su 3 sono disposti a spendere di più per finanziare un marchio sostenibile, l’81% dei millenials sceglie un marchio sostenibile nonostante il sovrapprezzo, mentre 1 consumatore su 2 pensa che le aziende possano essere responsabili di un cambiamento positivo in termini di sostenibilità.

 

Inoltre, anche la Business School di Harvard ha pubblicato nel 2019 uno studio nel quale analizzava la performance finanziaria di aziende che si sono impegnate per la sostenibilità. Dallo studio risulta che l'adozione di iniziative strategiche per la sostenibilità è correlata sia a maggiori ritorni sul capitale che ad aspettative di performance migliori nel futuro.

 

Ed è così che, se la crisi climatica esiste e il mercato richiede dei cambiamenti al riguardo, le aziende possono fare certamente la loro parte attuando, ad esempio, cambi radicali nei sistemi industriali.

  

È fondamentale, dunque, lavorare su ogni area della vita e trovare il giusto equilibrio in ognuna di esse.

 

Questo e tanto altro è la Evo Business School: imparare a lavorare su sé stessi e sul proprio team per migliorarsi, a mettersi in gioco, a fare la propria parte nel sociale.

 

Iniziare a capire l’importanza della formazione costante.

 

Perché chi non si forma, si ferma.

 

Contattaci per ricevere informazioni sulla Evo Business School

 

EVO BUSINESS CENTER

Conosciamo bene cosa vive, prova e desidera l’imprenditore, perché lo stesso Gruppo Evo è formato da imprenditori.

SCOPRI IL NOSTRO CLUB ESCLUSIVO

Letture consigliate

Richiedi una consulenza gratuita



Via Caduti di Sabbiuno, 1
40011 Anzola dell'Emilia (BO)
tel. 051 73 29 41
email info@evoimprese.it

IL GRUPPO

  • Divisione Medical Odontoiatrica
  • Divisione Ristorazione
  • Divisione Estetica
  • Divisione Corporate
  • Divisione Recruiting
  • Divisione Analisi del Potenziale
  • Divisione Strategie di Business

Business Center

  • Business class
  • Business meeting
  • Social Club