Nell’era moderna un eccesso di informazioni ci lascia un deficit di attenzione. Herbert A. Simon

 

 

Ogni giorno tv, giornali, social e altri mezzi di comunicazione ci bombardano con una quantità d’informazioni impensabile fino a qualche decennio fa.

 

In soli 60 secondi, infatti, arrivano sul mercato migliaia di informazioni da cui attingere. In soli 60 secondi, grazie alle informazioni disponibili, tanti clienti scelgono di comprare.

In soli 60 secondi, insomma, si muove l’economia.

 

Tuttavia, se nel tempo le informazioni sono aumentate, la quantità di attenzione da parte delle persone è rimasta uguale: l’attenzione, in altre parole, è diventata rara, un bene da conquistare, la nuova moneta.

 

La vera sfida, quindi, consiste proprio nel riuscire a catturare l’attenzione delle persone e dei potenziali clienti. Ma in che modo?

 

La prima cosa da tenere in mente è che ormai viviamo in una nuova “dimensione”: On-Life.

 

L’on-life è dove l’on-line e l’off-line non vivono più separati, dove la parte web e tecnologica si è integrata nella vita delle persone, basti pensare a quando si deve comprare qualcosa, a quando si è a distanza o a quando si lavora con i clienti.

 

Naturalmente, in questa nuova dimensione a farla da padrone sono proprio i social che fanno a gara per catturare l’attenzione delle persone e rivenderla alle aziende attraverso promo e ads. Al tempo stesso, essi si stanno caratterizzando sempre di più per attrarre un determinato tipo di persone a scapito di altre.

 

Insomma, se da una parte è fondamentale comunicare on-line, dall’altra è diventato sempre più difficile.

 

Cosa si può fare allora per essere visibili oggi e ottenere maggiori risultati aziendali?

 

In primo luogo, iniziare a lavorare sulla percezione del brand: se non si è conosciuti, è difficile avere seguito e interazioni. Per questo motivo, comunicare on-line permette di passare dall’anonimato alla conoscenza superficiale. In questo modo, nel tempo, si arriva ad avere una posizione ben forte nella testa delle persone.

 

Dunque, i passi da fare sono:

  1. Considerare i social come uno strumento per risolvere i problemi dei potenziali clienti (creare post tenendo in considerazione il target di riferimento e i problemi che si vanno a stimolare);
  2. Non lasciare al caso la propria presenza on-line (essere presenti anche con un solo post a settimana, ma essere presenti);
  3. Essere autentici ma con consapevolezza (non mostrarsi per chi non si è);
  4. Monitorare come cambia la propria reputazione on-line (fare attenzione a come la comunicazione inizia a creare un feedback di ritorno);
  5. Usare più canali, poi scegliere quello principale (scegliere il canale dove arrivano più ritorni);
  6. Quantità di qualità con costanza (partire anche con un solo post a settimana ma renderlo costante e di qualità. Con il tempo, rincarare la dose); 
  7. Creare contenuti attrattivi tenendo conto che ogni occasione è buona per farlo (quali sono le attività che la propria azienda sta portando avanti che potrebbero attrarre i potenziali clienti?).

 

Insomma, bisogna considerare che oggi si è sempre online. Il problema è: si è visibili o non si è visibili?

 

Vuoi sapere come farti conoscere on-line in misura maggiore dai clienti e fare in modo di aumentare il fatturato?

 

Contattaci, avremo il piacere di omaggiarti con una consulenza gratuita e di aiutarti a essere visibile nell’era dell’attention economy.

EVO BUSINESS CENTER

Conosciamo bene cosa vive, prova e desidera l’imprenditore, perché lo stesso Gruppo Evo è formato da imprenditori.

SCOPRI IL NOSTRO CLUB ESCLUSIVO

Letture consigliate

Richiedi una consulenza gratuita



Via Caduti di Sabbiuno, 1
40011 Anzola dell'Emilia (BO)
tel. 051 73 29 41
email info@evoimprese.it

IL GRUPPO

  • Divisione Medical Odontoiatrica
  • Divisione Ristorazione
  • Divisione Estetica
  • Divisione Corporate
  • Divisione Recruiting
  • Divisione Analisi del Potenziale
  • Divisione Strategie di Business

Business Center

  • Business class
  • Business meeting
  • Social Club